GLI ARTISTI

IL CASTELLO LE IMMAGINI CONTATTI LA PARROCCHIA MANIFESTAZIONI

In questa pagina sono inseriti gli artisti che nel tempo abbiamo chiamato ad Issogne, siano essi comici o musicisti.

Cesare Gallarini - comico area Zelig

Meikenut - gruppo musica medievale

Lus Mor - violiniste valdostane di musica celtica

Dominique Dupuis - violinista canadese di musica celtica

 

 

 

ISSOGNE

Venerdì 2 luglio

ore 21.00

Pro Loco Issogne

Clan Mor Arth

Presso il Verger del Castello

Dominique Dupuis

in concerto

 

In collaborazione con CELTICA 2004, la Pro Loco di Issogne è lieta di annunciare il concerto dell’artista canadese Dominique Dupuis presso il Verger del Castello di Issogne venerdì 2 luglio, con inizio previsto per le ore 21.00 (ingresso gratuito). Un evento unico, un’occasione anche in Bassa Valle per conoscere il mondo musicale celtico.

Vengono di seguito inserite alcune informazioni biografiche riguardanti l’artista.

 

Dominique Dupuis in concerto al Castello di Issogne.

Il fascino di Dominique e la sua passione per il violino sono una parte molto grande e importante del suo carattere e della sua personalità, suonando con entusiasmo ed energia. Nativa di Memramcook, ha iniziato lo studio dello strumento all’età di sette anni, dopo aver sentito la nipote della sua baby-sitter all’opera con il violino. Da subito il suo talento e le sue motivazioni erano palesi, quando iniziò a prendere lezioni di tecniche classiche e tradizionali. Dopo soli tre anni, era in grado di imparare le melodie non solo con gli spartiti, ma anche ad orecchio. Al momento ha solo due album al suo attivo, ma la aspettiamo impazientemente per il prossimo.

Recentemente è stata impegnata con il gruppo Vishten, una intensa tournée tra la Francia, la Louisiana, Ottawa, il Québec, l’Ontario, il Michigan, la California (Chicago), il Massachussets, e New York. Continua comunque a studiare e a dedicarsi a concerti da solista. Nella scorsa primavera è stata impegnata in un tour in Francia e Belgio (da gennaio 2004).

Questa giovane ragazza è già una violinista affermata e matura. All’età di sedici anni, Dominique è stata finalista nella categoria Artista Strumentale dell’Anno ai 2003 ECMA Awards (East Coast Music Awards, http://www.ecma.ca/english/history/2003/2003MusicNominees.asp). Le sue partecipazioni a eventi internazionali continuano con gli Acadia-Rideau award, Francofête Dieppe-Moncton 2002, Borse Rideau a Québec City nel 2002, i Canada Winter Games nel 2003.

Dominique ha suonato con i seguenti gruppi: Clearwater (Garth Brooks Tribute Tour), Harmonie e Image. Ha all’attivo anche performances attraversi i Maritimes, in Québec, Ontario e Stati Uniti. Nel luglio 2002 è stata in Svizzera, dove ha suonato al Festival de la Cité a Losanna e all’Expo 2002 a Yverdons-des-Bains. In agosto dello stesso anno ha girato l’Europa per partecipare a numerosi festival in Francia, incluso il Festival Interceltique de Lorient, Festival de la danse Bretone e de la Saint Loup, le Déferlantes, e Acadie en Ré. Un tour di grande successo.

Ha inoltre partecipato al Canadian Grand Masters Fiddling Championships, dividendo il palco con gruppi del calibro di Marie-Jo Thério, Rawlins Cross, Zachary Richard, 1755, Suroît, Bois-Joli, Les Méchants Maquereaux and Grand Dérangement, tanto per citarne alcuni.

Dominique è una giovane ambiziosa e impegnata, ma continua a suonare per rendere le persone felici con la sua musica. Ama suonare per una grande platea o per i malati all’ospedale, lei suona per il piacere di intrattenere le persone.

Per ora non sono previsti altri album, perché è un impegno molto grande, ma in futuro certamente ne usciranno di nuovi, oltre ai due già pubblicati.

Discografia:

*Le bonheur des coups d’archet *

1. McEachern's Reel - A Reel Dare 2:19

2. Matthew's Jig - Jigue de Pointe Sapin - Sir John S.D. Thompson 2:26

3. New Brunswick Hornpipe - Blue Violet Breakdown 2:25

4. Melissa's Heart 3:55

5. Oscar Stone's Rag - Uncle Henry - Ottawa Valley Reel 3:45

6. Emma Lake Polka - John Guy Reel 2:20

7. G. Minor - Donnie Gilchrist Breakdown - Pointe au Pic 4:33

8. Brae Reel - Maid Behind the Bar 2:23

9. Jigue à Joliette - Whitefish on the Rapids - Herring Reel 3:52

10. Selkirk Centennial Waltz 2:51

11. Kip & Skim's Jig - Reel Ste Anne - Big John McNeil – Crossing the Minch 4:18

12. Reel Sherbrooke - Rocket Richard - Twin Sisters 3:55

13. Reel de la Sagouine - Donegal Reel - La Belle Catherine 4:11

*Sans relâche*

1. Olympic Reel 3:36

2. Money Musk 2:51

3. Draggin' the Bow - Bowing the Strings 3:26

4. Mom's Jig - Cape Breton Dream 3:05

5. Reel du Pizzicato 2:25

6. The Hurricane 3:35

7. New Country 3:32

8. Mrs. Jamieson's Favorite - Angus Ronald Beaton's Strathspey - Brenda Stubberts 4:13

9. sans relâche 2:42

10. PG-13 2:13

11. Black & White Rag 2:45

12. Miss Shepard's - Tam Lyn's 4:10

13. The Westburne Reel - Andy Renwick's Ferret 2:54

14. Orange Blossom Special 2:57

 

Nel seguito viene riportato un articolo tratto da “Le Moniteur Acadien” - 16 octobre 2003

 

Dominique Dupuis
Une carrière qui la fait voyager de plus en plus

MEMRAMCOOK - Dominique Dupuis, maintenant âgée de 16 ans, joue du violon depuis neuf ans. Dès l'âge de sept ans, elle désirait jouer un instrument. « Comme tous les autres jeunes, la batterie m'attirait bien et un bon jour j'ai entendu les nièces de ma gardienne jouer le violon. D'un coup je suis tombée en amour avec ce son, cela m'intriguait bien alors j'ai commencé à prendre des leçons, » de dire Dominique.

Dans cette merveilleuse personnalité que j'ai eu la chance de rencontrer, je me suis aperçue que ce bijou musical est vraiment quelque chose. Dominique a bien sur accompli beaucoup de choses avec sa musique. Premièrement, elle a déjà enregistré deux disques compacts, le premier intitulé : « Le Bonheur des coups d'archet » sorti en 2000 et le second, « Sans relâche » sortit l'an dernier. À 12 ans, elle a fait partie de son premier groupe composé de jeunes de la région de Scoudouc et Shédiac appelé IMAGE.

Elle s'est rendue en Louisiane à deux reprises en 1999, au mois d'avril pour un festival international et au mois d'août pour le Congrès Mondial Acadien. C'est lors de ce premier voyage aux États-Unis que Dominique se fit inviter à jouer avec Suroît et, à partir de ce moment, elle a continué à jouer avec eux lors-qu'elle en avait la chance et qu'ils se trouvaient dans la région. Elle a aussi joué pour le Premier ministre, Jean Chrétien ainsi que pour la Gouverneure générale Adrienne Clarkson.

Elle a voyagé en France et en Suisse plus d'une fois pour des tournées de quelques semaines, où elle a eu la chance de rencontrer et jouer avec Marie-Jo Thériault. Elle a joué avec le groupe Vishten, originaire de Île-du-Prince-Édouard avec lequel elle s'est rendue en Gaspésie, en Californie, à New York et au Michigan. Depuis 1996, elle a travaillé au Pays de la Sagouine pendant la majorité de ses étés.

Elle ne trouve pas que son succès la fatigue beaucoup, normalement elle aime bien voyager et voir tous les gens qui assistent à ses spectacles. Elle a une excellente scolarité qu'elle maintient en essayant le plus possible de garder de l'avance sur ses travaux. Très disciplinée, elle pratique toujours au moins une heure par jour et enseigne pendant 45 minutes les lundi, mardi et mercredi à des élèves âgés de six à 16 ans.

« Face à mon succès, je me sens drôle, ou je trouve ça bizarre, je ne m'attendais pas de me rendre si loin avec ma musique. J'ai juste commencé à jouer pour moi-même et ça s'est juste déroulé comme ça! J'ai encore de la misère à croire que je connais un tel succès, j'adore ça ! » de poursuivre Dominique.

Dominique fait partie d'une famille de quatre enfants qu’elle peut facilement décrire comme jalouse à certains moments lorsqu'elle s'apprête à partir en voyage. Ils sont toujours un grand appui et ont beaucoup d'admiration pour cette deu-xième de famille. « Mon frère et mes soeurs viennent souvent me voir jouer pour m'encourager, » d’ajouter Dominique. Ses parents sont et ont toujours été très fiers de chaque pas de leur fille. Lorsqu'elle doit voyager, ils prennent leurs vacances pour l'accompagner et, sans eux, Dominique dit bien qu'elle ne serait pas où elle est maintenant. Ils lui ont tout offert ainsi que les nombreuses leçons qui l'ont menée au succès.

Ils ont organisé sa carrière avec un agent « Les productions de la Côte » et ce sont ses parents qui sont ses gérants, ils passent beaucoup de temps au téléphone à s'assurer qu'elle n'ait pas trop d'événements et qu'elle puisse aussi se reposer.

« Quand je joue, de dire Dominique, je me critique beaucoup et je sais reconnaître mes améliorations, je me compare souvent à mes idoles comme Nathalie MacMaster, mais je reconnais aussi que je possède un don. »

Ses amis l’appuient énormément, ils ont compris avec l'âge les sacrifices que Dominique devait faire pour nourrir son rêve. Par exemple, elle manquait souvent des fêtes d'amis et, au début, ils n'aimaient pas ça mais ils ont su accepter son niveau de discipline. Les gens de la région lui démontrent constamment leur encouragement en venant la voir jouer et en la saluant lorsqu'ils la voient. « Ça me touche beaucoup, » dit-elle.

Ses plans pour l’avenir sont bien sûr d'apporter son talent à un niveau professionnel. Lorsque qu’on demande à Dominique ce qu'elle pensait du violon, elle n'a pas prit de temps pour me répondre en souriant : « C'est un amour que j'ai pour cet instrument, rien n'est du travail pour moi. »

 

 

                     

 

Info:

http://mathieumartin.nbed.nb.ca/rescolmarc/artistesacadiens/nouvellepage7.htm

www.celticavda.it

http://issogne.altervista.org

www.dominiquedupuis.com

339/1009572 (Pro Loco Issogne)

 

Torna sù

 

 

LUS MOR

Ovvero Nicoletta Alby e Giada Costenaro. Presenti ad Issogne in occasione del Printemps au Verger, il 23 maggio 2004, hanno allietato i tanti spettatori con musica irlandese e celtica.

Hanno pubblicato un brano, Olympic Reel (brano di apertura dell'album Sans relâche di Dominique Dupuis), sul CD del numero 26 di CELTICA, la rivista italiana di riferimento per il mondo delle manifestazioni celtiche. Fanno parte del Clan Mor Arth, organizzatore di Celtica, uno degli eventi del settore più importanti d'Europa, partecipando in veste di artista nell'edizione 2003.

All'interno del Clan Mor Arth si forma il duo LusMor, formato da giovani violiniste che hanno suonato con l'irlandese Liam O'Connor, musicista di "Lord of the Dance", e aperto i concerti dei famosissimi galiziano José Angel Hevia e Carlos Nuñez.

Il Duo LusMor è formato da Nicoletta Alby e Giada Costenaro, due musiciste che hanno iniziato a studiare violino all’età di 6 anni, frequentando i corsi Suzuki presso l’Istituto Musicale di Aosta.
Nell’ambito della musica da camera e orchestrale hanno partecipato a numerosi concerti presso il Teatro Comunale di Firenze, l’Auditorium G. Agnelli di Torino e il Palais des Congrès di Parigi. Sono tra gli interpreti del CD “Et un sourire”  realizzato dall’Orchestra Suzuki di Aosta e dall’Orchestra dei Ragazzi di Fiesole per l’UNICEF.
La passione per la musica irlandese le ha portate a costituire nel 2001 il duo LusMor che è stato tenuto subito a battesimo dall’astro dell’organetto, già star dello spettacolo Lord of the Dance, Liam O’Connor sul palco del Teatro Pasta di Saronno (VA).
Da quel momento Nicoletta e Giada si sono esibite in Italia e all’estero partecipando a importanti festival di musica celtica, come CELTICA di Courmayeur, Valle d’Aosta; il Festival Internacionàl di Ainsa, Spagna; il Nubilaria Celtic Festival di Novellara (RE); il Busto Folk di Busto Arsizio, Varese; il Sextum Celtica di Sesto Calende, Varese; il Patavium Celtic Festival di Padova.
Hanno aperto i concerti di Hevia, Carlos Nuñez e Liam O’Connor e si sono esibite accanto a importanti artisti come la violinista irlandese di “Riverdance” Máirín Fahy, i liguri Birkin Tree, l’irlandese Liam O’Connor e insieme al galiziano Carlos Nuñez, al bretone Dan Ar Braz e agli scozzesi Clan Wallace hanno eseguito “GreenLands”, l’Inno delle Nazioni Celtiche con oltre 130 musicisti sul palco di CELTICA.
Nell’agosto del 2002 hanno frequentato la Maeve School per musicisti di Sligo, Irlanda.
Fra aprile e dicembre 2003 una band formata da quattro musicisti ha affiancato le ragazze e un brano da loro eseguito è stato inserito nella compilation della rivista di musica delle Edizioni 3ntini “Celtica”. Dopo questa esperienza Nicoletta e Giada hanno preferito proseguire in qualità di duo presentandosi nuovamente al pubblico come LusMor e avviando collaborazioni con artisti locali come Christian Sarteur nel suo concerto per la Saison Culturelle e nazionali come i Gens d’Ys.

Nicoletta Alby (violino) e Giada Costenaro (violino) hanno iniziato a studiare violino all’età di 6 anni, frequentando i corsi Suzuki presso l’Istituto Musicale di Aosta sotto la guida del Maestro Adriano Coluccio.
Nonostante la giovane età, hanno già partecipato a numerosi concerti sia in formazioni orchestrali che da musica da camera, in diverse località tra cui il Teatro Comunale di Firenze, l’Auditorium G. Agnelli di Torino, il Palais des Congrès di Parigi. Sono tra gli interpreti del CD “Et un sourire” realizzato dall’Orchestra Suzuki di Aosta e dall’Orchestra dei Ragazzi di Fiesole per l’UNICEF.
La loro passione per la musica irlandese è nata ascoltando vari complessi che si esibivano nelle feste celtiche; dopo aver assistito al musical “Lord of the Dance” in cui suonano anche due violiniste, è nata l’idea di costituire il duo LusMor, che ha avuto la fortuna di esordire esibendosi con il noto gruppo irlandese Liam O’ Connor Band.

Alcune foto della loro esibizione al Castello sono disponibili quà.

Prossimamente suoneranno con i Gens D'Ys a Pergine Valsugana (TN), in occasione del Magia Celtica Festival e al Montelago celtic night nelle Marche, sabato 7 agosto dal tramonto all'alba.

Sito personale: www.lusmorband.it

 

Torna sù

 

 

 

MEIKENUT

 

Il gruppo è già stato presente ad Issogne in occasione del concerto di Capodanno 2003, presso la Chiesa Parrocchiale. Dal loro sito ufficiale www.meikenut.com è possibile ascoltare e scaricare 3 canzoni.

Gruppo Biellese da anni impegnato nella ricerca e nella diffusione della musica e della danza tradizionale, è nato dall'incontro di 4 musicisti provenienti da varie esperienze non solo nel campo della musica folk.
Il vasto repertorio spazia dall'area Biellese, patria del gruppo, con la riscoperta di alcune monferrine suonate dalle bande adattate poi agli strumenti della tradizione (organetto diatonico, cornamuse, ghironda e arpa), all'area Occitana, alla Provenza, dal centro Francia alla Bretagna.
La ricerca, la cura degli arrangiamenti e la composizione di nuovi brani sono le caratteristiche principali, che personalizzano la musica dei Meikenut, rendendola piacevole non solo per chi balla questo genere di musica ma anche per chi si dedica al semplice ascolto.
Hanno all'attivo numerose partecipazioni a festival sia in Italia e all'estero e collaborazioni con artisti italiani da cui sono nate diverse incisioni. E' da ricordare, invece, il CD interamente inciso dal gruppo "Sons et suggestions d'autrefois", dal quale riemerge la sensazione offerta dalle antiche feste da ballo che bene si amalgama a nuove composizioni dell'organettista Raffaele Antoniotti.

 

 

Torna sù

 

CESARE GALLARINI (1959), ha frequentato la Civica Scuola D’arte Drammatica di Milano – Animazione e spettacolo popolare -  il Drama Studio diretto da Enrico D’Alessandro e ha partecipato in numerosi seminari sulle tecniche teatrali condotti da Sciaccaluga, Gazzolo, Fo, De Fazio, Polidori.

Ha frequentato per due anni i seminari di regia teatrale del GITIS di Mosca.

Ha interpretato come ATTORE anche testi di Pirandello, Machiavelli, Purdy, Fo, Goldoni, Albee, Tardieu, De Ghelderode, Shepard, Bogosian, Cechov, Shakespeare.

 Dal 1997 è direttore artistico del gruppo teatrale e dello spazio TeAtrio a Milano dei festival di cabaret premio Crepapelle di Cagliari e premio Sesto San Giovanni.In passato ha ideato e diretto i gruppi teatrali: Fuori dal Coro, Teatro in Opera e Taulas. E’ inoltre ideatore e direttore artistico della rassegna IN3PIDO – corti teatrali in scena.

 Forma, nel 1984 con Marco Della Noce, la coppia comica La Carovana (segnalata sull’enciclopedia dello spettacolo del ‘900 – Baldini & Castoldi).

Riceve il premio "critica" al Festival del cabaret di Loano e il premio: Petrolini -Bravo Grazie!

Dal 1996, sciolta la coppia La Carovana, propone i suoi monologhi di cabaret esibendosi nel circuito ZELIG di Milano e nei migliori locali/teatri di cabaret d’Italia

Ha partecipato come conduttore, cabarettista o attore in numerose produzioni TELEVISIVE, da segnalare: DRIVE IN, Italia1 - TG DELLE VACANZE, Canale5 – DON TONINO, Canale5 -TELEMENO, Odeon tv - ITALIAFORZA!, Telemontecarlo - MONTEROSA 82, Rai2 - RAFFAELLA CARRA’ SHOW, Canale5 - SEVEN SHOW, Italia7 - ESTATISSIMA SPRINT, Canale5 - STATE BBONI, Antenna3 – PEPE & SALE, MISS SVIZZERA 99 ed EUROSONG 2000, Televisione Svizzera Italiana, LISTA D’ATTESA, Telenova - VIVERE, Canale5

Per il CINEMA ha partecipato come attore nei film: MANI DI FATA con Renato Pozzetto, TRE UOMINI E UNA GAMBA, COSI’ E’ LA VITA di e con Aldo Giovanni & Giacomo e nel film LA GRANDE PRUGNA regia di Claudio Malaponti.

Partecipa come attore in svariate PUBBLICITA’ TELEVISIVE e TELEPROMOZIONI. Da segnalare: Galbusera, Ramazzotti, Grappeggia, Millionaire, Totip, Torre in Pietra, Opel, Citroen, Ariston.

Inoltre collabora come conduttore/comico nell’ambito di CONVENTION AZIENDALI. Da citare nelle stagioni 2000/2002: Canon, Ibm, Going viaggi, Casinò di Saint Vincent, Campione d’Italia e Venezia, Hasbro, Hotelplan, KLM, Alleanza Assicurazioni, Italiana Agro Alimentare (per questa azienda oltre 150 promozioni nel nord Italia) gruppo Intesa (ideatore assieme a Claudio Cassotti della manifestazione: Aperitivo Cabaret), Loctite - Hankel.

Oltre che nel cabaret Cesare Gallarini lavora come AUTORE e REGISTA TEATRALE. Alcune delle sue ultime produzioni sono state:

TACI ! dagli scritti da Laing - LA CADUTA DEI CIECHI da un racconto di Hofmann - UNA TRANQUILLA NOTTE DI... da Baol di Benni - IL MARITO DELLA PARRUCCHIERA dal film di Leconte

- ROCK KILLER di Shepard - NON POTETE INSULTARCI COSI’ di Boris Vian - ESERCIZI DI STILE dalle strisce comiche di Disegni & Caviglia - VENDO di Manfridi - ITAVIA 870 da Staccando l’ombra da terra di Del Giudice – DIVERTENTI INGANNI di Feydeau - GLI INNAMORATI di Goldoni – TACI! Storia semiseria di coppie da Laing - INGRESSO NEL VUOTO da Handke - LA CENA DEI CRETINI di Veber - IL PICCOLO PRINCIPE di A. de Saint Exupéry – LA TRAVIATA di G. Verdi, EMIGRANTI di Mrozek, HOTEL SPLENDID’S da Genet, NON SOLO TONT con Fabrizio Fontana, LA BAMBAGIA E IL CILICIO di Marco Posani.

E’ INSEGNANTE di recitazione e regia teatrale (Accademia Nazionale del Comico Quellidigrock - Milano) e coordina i CORSI SULLA COMUNICAZIONE per quadri d’azienda. Ha collaborato con l’università Bocconi di Milano nell’ambito del master:  SPETTACOLO DAL VIVO

 Ha pubblicato i libri : PALCOSCENICO E DINTORNI, manuale di esercizi teatraliSULLE TRACCE DEL COMICO manuale di cabaret e sopravvivenza ironica editi da Mursia.

 Per la RADIO ha collaborato con: RAI2 Ci vorrebbe un Gospel – Giada - Hit Parade Amarcord con Alex Peroni, RADIOMONTESTELLA, RADIO 105 105chip’s con Paolo Monesi e RADIO 24

 

Dalla stampa

“ ...ha messo in scena una parodia spettacolare sulle pillole che bombardano l’Italia del consumismo: il cattura ragni, un porta carta igienica con radio e sirena incorporati, una siringa con stantuffo per aspirare i brufoli, la nuova tecnica del bacio con spettacolo pirotecnico finale, una pila inesauribile...”.

“ …è Gallarini il vincitore del premio Petrolini, e lo si era già intuito dall’entusiasmo che ha saputo suscitare durante la sua esibizione veramente pirotecnica”.

 

LO SPETTACOLO

MURILLO’s FAMILY

Nel nuovo spettacolo di CESARE GALLARINI, incontriamo vari personaggi tutti fratelli tra loro: c’è MURILLO, il fratello maggiore, ha 43 anni e vive ancora con la mamma e il papà. Non ha mai fatto nulla nella vita se non stare attaccato ad un muro e commentare il mondo che gli scorre attorno. I suoi amici sono i ragazzi del Murillo anche loro disoccupati e annoiati, passano tutto il giorno nella perenne attesa di qualche evento che modifichi definitivamente la loro piatta vita. Ma Murillo è un attento e comico osservatore e dal suo muretto sentenzia sul mondo e sugli avvenimenti di ogni natura. Si pone domande sul perché delle cose e trova sempre una risposta… e che risposta!

Murillo non è il solo componente della famiglia; c’è il fratello ARDITO SEREGNO esploratore sempre in viaggio… per le montagne del mondo e sotto i mari; c’è GINO detto il Pilotino, cieco dalla nascita,  con la sua esilarante lezione di volo e paracadutismo.

Non possiamo dimenticare l’ingegnere della famiglia quel SCINTILLA che porta in scena tutto il kitsch che avete sempre temuto, o segnato, e non avete mai osato mettervi in casa.  Una sorta di horror show delle vendite per corrispondenza, della pubblicità degli annunci impossibili il tutto condito con una moltitudine di gag e battute. Da sottolineare il tormentone “Ce l’ho!” che annuncia e immortala la “vittima” prescelta.

Ultimo componente della famiglia è lui, il maniaco precisissimo PINO PROVETTA attento a tutte le “etichette” del mondo. 

 

Torna sù

 

   
       

© 2001 scaricato da www.formecolori.it